Sorveglianza sanitaria

La sorveglianza sanitaria consiste nella valutazione dell’ idoneità specifica di lavoratore alla mansione lavorativa tramite l’accertamento delle condizioni di salute del lavoratore in funzione del rischio che il suo lavoro comporta.

La sorveglianza sanitaria, in ottemperanza all’ obbligo previsto dall’ art. 41 D.lgs 81/2008, viene svolta dal medico competente nella sede di lavoro e consiste nella valutazione dell’ idoneità specifica di lavoratore alla mansione lavorativa tramite l’accertamento delle condizioni di salute del lavoratore in funzione del rischio che il suo lavoro comporta.

La valutazione comprende accertamenti preventivi (effettuati sia prima dell’ assunzione che prima del cambio mansione) e periodici (effettuati a intervalli di tempo) e consistono in un esame clinico (visita medica) e indagini diagnostiche. Tali accertamenti sono valutati allo scopo di verificare l’assenza di controindicazioni alla mansione lavorativa a cui il soggetto è destinato, al fine di valutare l’ idoneità del soggetto stesso.

Riferimenti e contatti

Ulteriori informazioni

Ultima modifica

9 Luglio, 2024